AUGURI COSTITUZIONE

Standard

Oggi, 70 anni fa, entrava in vigore la Costituzione italiana repubblicana. Essa fu approvata dall’Assemblea Costituente, eletta contemporaneamente al referendum istituzionale. Appena eletta, quest’ultima infatti, nominò al suo interno una Commissione per la Costituzione, composta da 75 membri incaricati di redigere un progetto generale per la nuova carta costituzionale; si iniziò a discuterne a marzo ma solo il 22 Dicembre  1947 il testo finale composto da 139 articoli fu approvato, successivamente promulgato il 27 Dicembre dall’allora Capo di Stato provvisorio Enrico De Nicola ed infine entrato in vigore il 1° Gennaio 1948. Nella scrittura protagonisti grandi leader di partito come Alcide De Gasperi, Palmiro Togliatti, Giuseppe Saragat, ma anche Bernardo Mattarella, padre di Sergio, Concetto Marchesi Piero Calamandrei. Continua a leggere

DAVIDE GIACALONE PER SPAZIO POLITICO

Standard

In un mondo secolarizzato, ha ancora senso parlare di laicità come valore aggiunto? Ripercorrere i fondamenti e le radici della laicità, con le sue connotazioni politiche, partendo dalla Prima Repubblica può offrirci un panorama completo delle attuali sfide politiche e dell’attuale situazione che viviamo. 
Su questo argomento, Elena Cavucli per Spazio Politico ha intervistato il giornalista e scrittore italiano Davide Giacalone.

Continua a leggere

Arthur Meier Schlesinger Jr. Un Americano amico dell’Italia.

Standard

ArthurMSchlesingerJrQuante cose ci hanno regalato gli Stati Uniti d’America e quante cose noi vorremmo copiare da quella che viene considerata la “stella d’oriente” dell’Occidente. Da più di un ventennio ormai, in Italia cerchiamo di esportare un modello bipartitico in stile americano e puntualmente sbattiamo la testa, in quanto il complesso sistema politico italiano non potrà mai essere ridotto a due grandi partiti come accade da sempre negli States. Volendo però analizzare anche il lato più soft del rapporto di auto-colonizzazione che da anni il belpaese si infligge immergendosi nella cultura d’oltre oceano, come non citare la festa di Halloween. In realtà in questo caso, anche gli Stati Uniti fanno la parte dei copioni perché tale festa è tipica della cultura celtica. In America, come un po’ tutto del resto, ha assunto un carattere consumistico e commerciale talmente accattivante che noi Italiani non abbiamo potuto fare a meno di “scopiazzarla”.  Non voglio che questo articolo abbia un tono Anti-Statunitense.  Per carità! Voglio solamente osservare in modo Continua a leggere