Dalla Tav ai Rifiuti: perché Lega e Cinque Stelle litigano su tutto

Standard

Litigio, spaccatura, braccio di ferro, duello. Quante volte aprendo il giornale, guardando una trasmissione televisiva o ascoltando una notizia per radio non abbiamo letto, o sentito, una di queste parole per descrivere un’azione, o presunta tale, di Governo? Questo perchè le due forze dell’Esecutivo, la Lega di Salvini e il Movimento Cinque Stelle di Di Maio, non vanno d’accordo su niente e perciò litigano. Non è dato sapere se litigheranno per cinque anni. Né tantomeno se dureranno effettivamente cinque anni. Intanto però vediamo come sono andate le cose finora, in questi dieci mesi di convivenza.

La Tav

Partiamo dalla più recente, il Treno ad Alta Velocità che collegherebbe Torino con la città francese di Lione. Accantonando per un attimo il comitato No Tav capeggiato da Erri De Luca, specifichiamo che per “Tav” oggi si intende, erroneamente, semplicemente, i lavori di costruzione di un tunnel lungo 52 chilometri che velocizzerebbe e modernizzerebbe la già esistente tratta ferroviaria tra la piccola cittadina di Susa e il comune francese di Saint-Jean-de-Maurienne. Continua a leggere