Thomas Sankara, il rivoluzionario burkinabè

Standard

Se fossero riusciti a realizzare il proprio sogno personaggi come Patrice Lumumba, Samora Machel e Kwane Nkrumah, forse sarebbero stati decisivi per una reale indipendenza politica ed economica dell’Africa. I loro ideali panafricani però, cozzavano con quelli dei grandi potentati economici occidentali e minacciavano lo status quo di un continente che aveva troppe risorse per essere “lasciato in pace”. Così quando si dice “Aiutiamoli a casa loro”, bisognerebbe ricordare che chi lottava per vedere gli stati sotto il Sahara veramente liberi di scegliere un proprio destino, è stato fatto fuori con la complicità delle grandi democrazie atlantiche. Tra chi ha dedicato la propria vita per il riscatto dell’identità africana, forse il più carismatico è stato Thomas Sankara, il Che Guevara africano Continua a leggere

DAVIDE GIACALONE PER SPAZIO POLITICO

Standard

In un mondo secolarizzato, ha ancora senso parlare di laicità come valore aggiunto? Ripercorrere i fondamenti e le radici della laicità, con le sue connotazioni politiche, partendo dalla Prima Repubblica può offrirci un panorama completo delle attuali sfide politiche e dell’attuale situazione che viviamo. 
Su questo argomento, Elena Cavucli per Spazio Politico ha intervistato il giornalista e scrittore italiano Davide Giacalone.

Continua a leggere

BANCHE: NON POSSIAMO PIU’ FIDARCI!

Standard

“Banche: Possiamo ancora fidarci?” è il titolo di un libro scritto dal giornalista e saggista Federico Rampini al quale proveremo a rispondere con questo articolo. Leggere i suoi spunti, molto piacevoli, mi ha instillato una profonda voglia di approfondire la mia scarsa conoscenza sul mondo bancario e sulle sue contraddizioni. In Europa e soprattutto in Italia la dialettica politica è spesso infiammata dall’argomento banche: Monte dei Paschi, Banca Etruria, Banca popolare di Vicenza per citare gli istituti più importanti finiti in scandali politico-giudiziari, normative europee come il famoso bail in, sistema delle fondazioni e così via discorrendo.  Sorvolando sui tecnicismi, che hanno comunque la loro importanza, ciò che salta all’occhio, anche di un non esperto come me, è che le banche sembrano aver perso il loro scopo originale, la loro mission. Perché? Restiamo in casa nostra e proviamo a fare un parallelismo tra i banchieri del rinascimento fiorentino ed il nostro attuale sistema bancario. Sebbene le epoche siano profondamente diverse ed il paragone possa sembrare forzato, gli istituti di credito hanno subito una sorta di degenerazione nel corso del tempo che ha contribuito senza Continua a leggere