Caro no green pass: bella figura!

Caro no green pass: bella figura!

Cari no green pass, no vax o nemici della dittatura sanitaria. Premesso che non so come chiamarvi vi chiarisco una cosa: avete fatto una figuretta.

Ve lo dico in toni “politicamente corretti“, come va di moda dire ora per parlare di ogni cosa, non mi adeguo alla vulgata che viene usata nel quotidiano. Proprio mentre mi rivolgo a voi evito di usare parolacce per rafforzare il mio concetto.

A qualche ora di distanza dalla protesta che doveva bloccare l’Italia mi chiedo solo una cosa: ma c’era bisogno? Davvero c’era la necessità di vedere due persone che, alla stazione di Napoli, sventolavano le bandiere, urlavano ‘No green pass”, mentre una marea di giornalisti e operatori stavano ad osservarli? Era necessario smuovere mari e monti per poi, a fine serata scrivere sui vostri canali Telegram e cercare di autoconvincervi che quello di ieri non è stato un flop?

Ve lo ripeto, fuori dalle stazioni dei treni avete fatto una figura barbina, ma bella eh! E mi sa che non rendo nemmeno il concetto perché la parola da usare, insieme a figura, sarebbe solo una. Cioè, solo per capire, sui social è stato tutto un ripetere di “viene giù tutto“, “blocchiamo le stazioni“, “non monta nessuno“, “scriviamo la storia” e “abbattiamo la tirannia“, e poi? Nella vita reale che è successo? Ciao Canà, dico io riprendendo “L’allenatore del Pallone”.Avevate promesso di occupare 58 stazioni, una roba da fare invidia ai gilet gialli… e poi? Erano di più i giornalisti e i poliziotti. Benone, chapeau, complimentoni.

Ora però non iniziate a farvi domande, a porre misteri e dare le colpe agli altri pure per questo fallimento. Lo dico perché qualcuno ha già iniziato a farlo: Davide Barillari, consigliere regionale del Lazio, ha tweettato parlando di “finte manifestazioni” per “dimostrare che i novax sono 4 gatti”, mentre Byoblu si è chiesto: “Un flop o una mossa studiata a tavolino per far schierare al Ministero degli Interni una potenza di fuoco rimasta inutilizzata?”.

Fossi negli organizzatori lo spererei, ma occorre ribadire un concetto: è solo una figuretta. Vi prego, altri complotti no.

Marco Crimi

Pubblicista, senese, laureato in Scienze Politiche, collaboro con un giornale e scrivo per passione

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: