Fridays for Future

Standard

hamburg-climate-fridays-future-greta

Che crediate a Greta Thunberg oppure no non importa, il cambiamento climatico è già in atto. L’elemento su cui molti discordano, invece, è la causa di questa mutazione, talvolta imputabile all’uomo, altre volte alla tirannica natura. La storia dei cambiamenti climatici mi fa pensare in qualche modo alla campagna anti-vax: c’è una consenso scientifico sull’impatto dell’attività umana sul clima, eppure, leggendo sui social, non è difficile trovare qualche latore della contro-informazione. “Il clima cambia da sempre”, “è un Continua a leggere

Diem25: o si fa l’Europa o si muore

Standard

diem25

Le elezioni del Parlamento Europeo, decise per il prossimo Maggio, si avvicinano inesorabili a marcia di treno. Al contrario, dell’UE e del suo spirito iniziale, delle sue aspirazioni e speranze, se ne sente parlare sempre meno. Sarà perché il vecchio continente, politicamente parlando, se la passa molto male, fra rinati nazionalismi, frizioni fra stati, sfide a Bruxelles e Strasburgo ed un senso di fratellanza e coesione che si sta sfracellando al suolo ad una velocità allarmante.

Continua a leggere

DA “RITORNO AL FUTURO” ALLE PRIMARIE: L’ANNUS HORRIBILIS DEL PD

Standard

PartitoDemocratico-LogoSolo qualche mese fa, dal palco del Wired Next Fest di Firenze, Enrico Mentana esprimeva le sue perplessità sulla mancanza di una vera opposizione al governo gialloverde, descrivendo questo assetto come una “Democratura”, l’egemonia della maggioranza. I responsabili, a suo dire, sarebbero PD e Forza Italia, troppo divisi e Continua a leggere

CON IL PONTE MORANDI CROLLA LA FIDUCIA NELLO STATO

Standard

ponte morandiIl Ponte Morandi negli anni 60 rappresentava il futuro fiorente di una nazione che si lasciava alle spalle gli orrori della guerra per avviarsi verso la modernità ed il benessere. Era il simbolo del boom, di quelle strade che presto sarebbero state percorse da sfreccianti nuovi veicoli, della nuova rete che avrebbe unito la Liguria e l’Italia al resto d’Europa. Il suo crollo rappresenta il crollo della modernità, del sogno di rinnovamento e di progresso, schiacciati sotto il peso del cemento armato e di una politica che ha smesso di sognare e farci sognare.

Continua a leggere

LA FRANCIA (E MACRON) CAMPIONE DEL MONDO

Standard

macron esulta.jpgLa finale dei Mondiali di Russia è stata, paradossalmente, la riproposizione calcistica della nuova contrapposizione fra local e global. Da una parte, a contendersi la coppa più importante, vi era la Croazia, beniamina di tutti gli italiani desiderosi di vedere i rivali Blues sconfitti e modello per tutti coloro che criticavano lo schiacciante multiculturalismo francese; dall’altra la Francia, nazionale composta per la maggior parte da giocatori naturalizzati o immigrati di seconda generazione.

Continua a leggere

SOCIALISTI D’AMERICA

Standard

alexandria-ocasio-cortezE’ ormai chiaro a tutti che stiamo vivendo tempi politicamente interessanti. Tanto distratti dal governo giallo-verde da dimenticarci di tutto il resto, non abbiamo notato l’incredibile sbarco dei socialisti in America. L’immagine è straniante come quella del primo passo di Armstrong sulla Luna: un uomo spinto al limite delle proprie capacità in un ambiente certamente ostile. Oggi, però, la nostra astronauta si chiama Alexandria Ocasio-Cortez, la Luna è lo stato di New York, roccaforte Democratica e patria della borsa più importante del mondo.

Continua a leggere

TUTTI CONTRO CONTE

Standard

_101719612_gettyimages-961755250

Dopo due giorni dal via libera di Mattarella al mandato di Conte possiamo già affermare che il seme del nuovo esecutivo fiorisca sotto il segno della polemica. E’ difficile riuscire a rimanere al passo con la miriade di notizie circolate in giro nelle ultime ore: dallo spread in aumento allo scontro indiretto fra Mattarella e Di Battista, dalla retorica del Presidente non eletto allo “scandalo” del curriculum truccato. Tutte queste, comunque, sono accumunate da un rinato bipolarismo che non vede più al centro la destra e la sinistra come storicamente definite ma una non meglio specificata élite contrapposta al popolo: Populismo ed Elitismo, dunque.
Continua a leggere