Natale, i politici pubblicano e gli italiani commentano

Standard

«Hai un terremoto a Catania, il fratello di un collaboratore di giustizia ucciso a Pesaro e pensi a fare il pirla con la nutella», «Crollano le case, assassinano i familiari dei collaboratori di giustizia ed il ministro dell’Interno mette le foto sui social manco fosse Chiara Ferragni»; sono quasi 10mila i commenti sotto la foto di Matteo Salvini pubblicata ieri mattina su Facebook e tutti recitano lo stesso mantra.

Il vicepremier voleva semplicemente dimostrare la sua vicinanza al popolo italiano tramite i suoi account social; un iter che, secondo qualcuno, gli persino fatto vincere le elezioni. Eppure si è trattato del solito tentativo di apparire sul web come una persona semplice che fa le stesse cose che fanno tutti gli italiani: bere vino, mangiare tortellini e fare colazione con pane e nutella. Stavolta però, prima di schiacciare “Condividi” avrebbe dovuto un attimo controllare le ultime news. “Il mio Santo Stefano comincia con pane e nutella, il vostro?” chiede.Catanesi, pesaresi, gli italiani in generale, rispondono. E obiettivamente, caro Matteo, non puoi postare una foto del genere, con un commento del genere, dopo quello che è successo nella nottata. Non puoi, perché alla gente è arrabbiata e vedere certe cose gli fa schizzare il sangue al cervello. La sensazione è quella di sentirsi presi in giro. Peccato, perché la foto del giorno prima con pizza e birra insieme al figlio, e la sua cover per cellulare in regalo, era simpatica e la gente non ti aveva infamato, anzi.

Standing ovation invece per Luigi Di Maio, ministro dello Sviluppo economico, Lavoro e politiche sociali, che assieme al suo babà raccoglie quasi 3mila commenti di sinceri auguri.

Inutile nascondere che non mancano i detrattori né le richieste sull’erogazione del reddito di cittadinanza. «Voglio godermi questo Natale», scriveva su Facebook il giorno della vigilia. «Partite a carte con gli amici, tv, cene e tombolate. Il 26 mangeremo come da tradizione gli avanzi del giorno prima e poi il 27 tornerò a Roma per la Manovra. Poi ci sarà da festeggiare l’inizio dell’anno nuovo e lo farò con mio fratello Dibba».

Dibba”, proprio lui. È rientrato in Italia. «Dopo 16.718 km in bus (più altri su varie imbarcazioni)» scrive su Facebook, pubblicando parallelamente un video assieme alla sua compagna e al figlio. «Dopo aver visitato 9 paesi, scritto reportage, girato documentari, dopo aver vissuto per 7 mesi la vita che sognavamo per nostro figlio… torniamo a casa. Un saluto e un augurio di Buon Natale a tutti». Commentano in quasi 5mila: la metà gli intima di tornare per osservare e sistemare “lo sfacelo combinato dai suoi compagni”, l’altra metà è delusa dal fatto che abbia deciso di riapparire.

«Tante polemiche sulla Legge di Bilancio. Ora basta: stacchiamo per qualche ora» consigliava invece Matteo Renzi. Ah, se volete staccare qualche ora potete guardare il documentario da lui ideato: Firenze Secondo Me. Per l’ex presidente del Consiglio ogni occasione è buona per ricordarlo e Firenze si guarda sempre volentieri.

Il governo gialloverde resta sempre “un governo di bugiardi e truffatori” mentre tutto tace sul nuovo partito al 12%. ‘Ormai se ne riparla dopo le feste’, direbbero dalle sue parti.

Niccolò Bellugi

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...