Siena: la caduta della sinistra dopo 70 anni e i motivi della vittoria di De Mossi

Standard

“Chi perde non cogliona” o “fieri del nostro risultato”, questo sta a voi decidere quale frase dire di fronte a un caffè o la sera in società.C’è da dire peró che la corsa a sindaco per il comune di Siena ha comunque avuto un suo peso, ma partiamo dal risultato del 10 Giugno, padre dell’ultimo avvenuto la scorsa domenica.

I risultati vedevano la lista di Bruno Valentini unita al partito democratico prima con una forbice del 3%, circa 800 voti in più rispetto alla coalizione di Luigi De Mossi, che nella prima trance aveva ottenuto il 24,2%, e Pierluigi Piccini aveva ottenuto il 21%. Bene, anche a Siena si è verificato quello che negli ultimi anni si è visto nella politica Italiana e non solo, una corsa a 3 alla poltrona, evento che a modesto parere, vedremo sempre più spesso. Ma nelle due settimane successive al voto, i due candidati al palazzo comunale hanno iniziato una vera e proprio caccia al voto, chi usufruendo dell’apparentamento e quindi cercando di convincere maggiormente l’elettorato di Pierluigi Piccini, e chi ha impostato nell’ultimi giorni la propria campagna elettorale cercando di catturare maggiormente il restante elettorato. Il risultato lo sappiamo tutti, a vincere è stato Luigi De Mossi e con lui tutto il centro destra, con lui il 27.7% degli aventi diritto al voto contro il 27% di quelli che hanno votato Bruno Valentini. La differenza è di quasi 400 voti, minima rispetto alle altre città toscane dove a vincere è stato il centro destra, ma che per Siena è comunque un grosso risultato, un risultato che molti vedono liberatorio da quella sensazione quasi dittatoriale che la Sinistra da anni imponeva nella nostra città, per altri invece è stato un voto di pancia che in politica è sempre sconsigliato!

Ma la distribuzione dei voti, come potrebbe essere stata?

Seguendo il diagramma di Sankey fatto dalla redazione del CISE

Possiamo ipotizzare che le cose siano andate cosi:

siena_sankey.jpg

 

(Il seguente link vi rimanda all’articolo del Centro Italiano Studi Elettorali : https://cise.luiss.it/cise/2018/06/25/lapparentamento-non-basta-gli-elettori-di-piccini-non-lo-seguono-e-fanno-vincere-il-centrodestra/)

E quindi che vi sia stato una spartizione di voti dell’elettorato di Piccini e di Sportelli sia verso De Mossi, sia verso Valentini.Ma anche una congrua parte che in base alle scelte dei due candidati al ballottaggio ha deciso di non votare. Ed è qui che casca l’asino, il dato più forte di tutti e per tutti è proprio quello scritto in marrone, il 45,3 persone non ha votato. Dato allarmante, preoccupante. Questo significa che una persona su due non ha votato. Di motivi ce ne sono tanti ed è anche vero che solo nell’Iperuranio Platonico vi sarebbe il 100% dei voti espressi, ma una quota cosi alta non è ammissibile. Ed è proprio qui che tutti e 9 i candidati sindaco devono lavorare,devono riuscire in questi 5 anni a non confermare i voti, ma a trovarne da chi non ha voluto mettere una X a questa mandata. I numeri per diventare sindaco ci sono, anche per chi non ha eccelso a questo giro e persino per chi non si è candidato. Il sindaco a questo giro indossa un giubbetto assai pesante, come del resto chi rappresenta all’interno del comune i propri elettori, poichè il consiglio comunale rappresenta in tutto e per tutto i senesi, e come tale deve esserne garante, deve saper capire le esigenze della nostra città e deve sopratutto tutelarla. Il consiglio che mi viene da dare è quello di non smettere mai di fare campagna elettorale, parlate con i cittadini, ascoltate i problemi e provate a infondere in loro fiducia. Concludo augurando al nuovo sindaco Luigi De Mossi la possibilità di far splendere la nostra città al meglio delle sue possibilità, ed una raccomandazione a chi è all’opposizione, che sia fatta sana, senza secondi fini, di appoggiare programmi che fanno bene a Siena anche se non figli di proprie idee, questo vuol dire fare politica, perchè Siena è la nostra città.

Un saluto

Michele Rubini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...